ITA    ENG


NEWSLETTER N. 15

Firenze, Ottobre 2013
                                      

E' GIUSTO FINANZIARE POMPEI CON FESTE E CENE DI GALA?
Così titolava il maggior quotidiano italiano nei giorni scorsi, mentre infuriava in tutta la stampa italiana il dibattito sul se, come e quando debbano essere concessi spazi storici e museali per la realizzazione di eventi privati.

Noi dell'ENIC siamo stati coinvolti in questo dibattito a causa del "matrimonio indiano" che ci ha visto co-protagonisti anche nella gestione dei molti spazi monumentali concessi a Firenze per questa occasione.
Il nostro CEO Stefano Gabbrielli è stato intervistato sull'argomento da RAI 1 e questo è il link con l'intervista.

"PETROLIO" si intitolava la trasmissione con l'evidente intenzione di sottolineare che il petrolio italiano sono appunto i beni culturali, che adeguatamente gestiti possono costituire una grande risorsa per il nostro Paese.

Andando indietro nel tempo peschiamo dai nostri archivi una grande conferenza tenutasi a Firenze  nel 1987 il cui committente specificò che per la cena dei relatori richiedeva uno spazio adeguato a quello di cui avevano usufruito l'anno precedente ad Amsterdam, e precisamente la sala del Rijkmuseum che ospita "La Ronda di Notte" di Rembrandt. Panico. Erano anni in cui le nostre Soprintendenze non concedevano, se non i casi eccezionalissimi, gli spazi museali per eventi definiti privati anche se legati a conferenze scientifiche di primissima importanza. Mettemmo insieme un nutrito dossier dal quale risultava già da allora che il British Museum concedeva la sala del Fregio del Partenone così come altri grandi musei nel mondo - dietro congruo compenso - erano pronti ad aprire i loro spazi più prestigiosi in certe precise circostanze. Venne concessa una Villa Medicea, sponsorizzando il restauro di una fontana.

Ma il problema era quello - il compenso. Non esisteva allora, e ancora oggi non è codificato, il quantum sia giusto pagare per queste concessioni. E quindi ogni volta è scandalo. Scandalo per la concessione del Ponte Vecchio ad un evento Ferrari, scandalo per una cena di gala nell'anfiteatro di Pompei, scandalo per il Cortile di Palazzo Pitti aperto agli sposi indiani......

Così ogni tanto la questione viene fuori, i Soprintendenti e i Sindaci devono dirimere la delicata questione, combattuti fra il desiderio di incassare un po' di denaro per le loro casse esangui, e le lamentele delle vestali dei beni culturali che ogni volta invocano la questione di principio, la difesa ad ogni costo di ciò che è "nostro" (magari malconservato e mal gestito, vedi appunto Pompei).

Noi siamo ben consapevoli del valore dei nostri beni culturali ma siamo anche favorevoli alla concessione dei beni stessi a fini privati, purchè i privati stessi paghino adeguatamente questa concessione e che non ci siano rischi per lo stato del bene concesso.

Intanto per il matrimonio indiano furono pagate tutte le concessioni del caso e oggi possiamo presentare il restauro del portone di Palazzo Pitti che a nostra cura è stato realizzato......


LA SECONDA VITA DI UN ASPIRAPOLVERE

Questa immagine illustra più di mille parole in cosa consiste il progetto RAEE@SCUOLA promosso da Anci e CDC RAEE che è stato presentato alla stampa a Roma presso Anci.
L'iniziativa coinvolgerà ben 31 città italiane e intende sensibilizzare il pubblico alla raccolta differenziata dei piccoli RAEE  (apparecchi elettrici ed elettronici) elettrodomestici di cui spesso non sappiamo che fare.
ENIC coordina tutta la campagna dal punto di vista sia logistico che di comunicazione, operazione che avrà la durata di quasi due anni e coinvolgerà le scuole su tutto il territorio nazionale.


LE CAVE DI MARMO DI MICHELANGELO PER IL LANCIO DELLA TUSCAN SOUL COLLECTION DI FERRAGAMO

"Bianco di Carrara" Eau de Toilette è una delle perle della collezione. E dove organizzare il lancio se non nella cava da cui Michelangelo prendeva il suo marmo per trasformarlo in capolavori? Una carovana di fuoristrada ha portato gli invitati alla cava all'altezza di 800 mt. Lì hanno assistito a un fantastico spettacolo di suoni e luci che ha introdotto la rappresentazione visiva sulle pareti di marmo delle confezioni di profumo che si stagliavano enormi e coloratissime proiettate su una superficie di 100 metri di larghezza e oltre 45 metri di altezza. Grandi cuscini bianchi e copertine di candido pile erano lì per attutire il fresco della serata durante l'aperitivo. E' seguita la cena presso lo Studio Nicoli, laboratorio artistico dei molti scultori che negli anni hanno eletto Carrara a loro dimora. Link al video


UNA TARANTELLA PER FICPI

A Sorrento per il FICPI EXCO & FORUM il team di ENIC ha pensato che nulla della grande tradizione del nostro Sud doveva mancare a questi meeting che seguiamo dal 1998. Tradizione troppo spesso tradita dall'uso improprio e banale che se ne fa nell'alveo del turismo di massa. E perciò anche la vera tarantella ha avuto il suo spazio, e ne riproponiamo la storia distribuita agli ospiti, giusto per evidenziare che essa non è solo saltelli disordinati ma una vera tradizione del ballo popolare.
Link alla storia della tarantella


A FIRENZE ASSEMBLEA NAZIONALE DELL'ANCI. INAUGURA IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO

Il 23 ottobre si è inaugurata alla Fortezza da Basso l'Assemblea Nazionale dei Comuni Italiani , la manifestazione più importante dell'anno per i Comuni Italiani, sede del confronto fra le autorità locali e i più alti livelli del governo nazionale.
Presenti tre Ministri, il Presidente Napolitano ha aperto i lavori di fronte a una foltissima rappresentanza di Sindaci italiani, primo fra tutti Matteo Renzi.
Contemporaneamente all'Assemblea si è aperta la XVI Edizione di "DIRE e FARE" la rassegna dedicata allo sviluppo tecnologico nella pubblica amministrazione locale.
Allestimento, linea grafica arredi audiovisivi di Dire & Fare sono curati dal settore dedicato di ENIC, che cura anche l'accoglienza di ANCI con un team di 80 persone.







foto enic

Novembre 2018
Confronti...
Nell'ultima settimana di agosto, si sono tenuti a Firenze due congressi scientifici, in Fortezza e al Palazzo dei Congressi, per un totale di 3500 partecipanti... (Leggi tutto)

Torna su