ITA    ENG


NEWSLETTER N. 18

Firenze, Giugno 2014
                                      



Fino a non molti anni fa mi sono sentita spesso chiedere "ma come mai i PCO sono quasi tutte donne?". La mia risposta era spesso generica, anche perchè l'idea corrente era che dipendesse "dal garbo, dal fatto che le donne da sempre sono abituate a gestire a casa una molteplicità di problemi, ma anche perchè in fondo tutte queste cose di cene di gala, di concerti, di sfilate sono più roba da donne". Le donne invece pensavano che questo bizzarro lavoro avesse molto a che fare con la femminilità pura, con l'audacia di confrontarsi con un mondo maschile, tralasciando - qualche volta - qualche non fondamentale impegno femminile. In realtà, le donne prima degli uomini hanno capito che quello dei congressi era un business da cui avrebbero potuto ricavare non solo gratificazione personale ma anche rispetto e prestigio, oltre che naturalmente il necessario guadagno. Non era dunque un giocattolo per signore - l'organizzare congressi - ma un'impresa economica in un mondo che ancora non conosceva del tutto quel tipo di imprenditorialità. Quando gli uomini se ne sono accorti ... sono arrivati anche loro!
Questo piccolo preambolo per parlare di un'altra cosa di donne che mi è capitato di organizzare, il primo torneo AIWA (Arab Italian Women Association) di calcio femminile che si è tenuto a Firenze in maggio e che ha visto la finale tra la nazionale femminile del Bahrein e quella italiana allenata da Antonio Cabrini. Fortemente voluto dalla segretaria generale dell'associazione Randa Eid, il torneo ha espresso valori molto simbolici e dato più di un significato alla partecipazione della nazionale araba. La curiosità molto superficiale di vedere se veramente queste donne arabe sarebbero scese in campo in tradizionale completo da calcio, ha trovato una risposta nel convegno tenutosi in Palazzo Vecchio "Sport 4 Dialogue" che ha rappresentato un utile momento di riflessione ed ha aperto la strada per un torneo di ritorno che si terrà l'anno prossimo in Bahrein.
Per restare in tema di calcio - del resto è l'anno dei mondiali - abbiamo collaborato alla organizzazione del Memorial Niccolò Galli che da tredici anni riunisce intorno all'omonima Fondazione le migliori squadre giovanili italiane, che così ricordano la scomparsa del figlio dell'ex portiere della nostra nazionale. Sono sempre presenti grandi campioni di ieri e di oggi che ricevono testimonianza del loro sostegno: quest'anno in particolare premiati Batistuta, Antognoni, Materazzi e Massimo Moratti.


"Ville e Giardini medicei in Toscana" è stato il Convegno per le celebrazioni UNESCO che dal 9 all'11 maggio hanno ricordato a noi tutti (anche ai fiorentini...) che ben 14 sono le Ville che i Medici costruirono attraverso gli anni come una corona intorno alla città. Ville di delizia, di svago, di caccia, luoghi incantati di architetture squisite e giardini meravigliosi. Ancora oggi molte di queste ci accolgono in occasione di congressi per cene di gala o concerti, per visite ai giardini in fiore o alle magnifiche "limonaie" quale quella della Villa di Castello che in inverno accoglie ben 500 piante di agrumi, alcune antichissime.


Il Forte di Belvedere offre il più bel panorama di Firenze che si possa immaginare; luogo abbastanza sconosciuto ai più, che scelgono il più noto Piazzale Michelangelo, ha un accesso impervio ma fascinoso attraverso ripide e antiche stradine oppure da un cancello che apre i suoi confini sul giardino di Boboli. Ci vuole un certo impegno, insomma, per salire e ammirare tanta bellezza, tanto che anni or sono qualcuno immaginò una funicolare che portasse da Boboli al Belvedere ... progetto mai realizzato. E impegno, e tanto, ne ha messo la maison Ermanno Scervino per realizzare il suo evento in occasione del 60º anniversario di Pitti. Un progetto imponente irto di difficoltà ma "in questi casi temo solo il maltempo" dice Stefano Gabbrielli perchè per il resto davanti a una sfida di questo genere l'adrenalina scorre a fiumi e tutto lo staff ne è sommamente coinvolto. Del resto il Forte stesso era stato aperto poco tempo fa per un matrimonio hollywoodiano svoltosi nel riserbo più assoluto e dedicato a "soli" 200 ospiti di Kim Kardashian e Kanye West (anche lui presente al party di Scervino il quale gli aveva mostrato per primo la bellezza di questo luogo). Più ospiti ne ha avuti Scervino che ha generosamente invitato clienti, celebrities della moda e del cinema, autorità che hanno festeggiato fino a tarda notte questo grande protagonista dello star system della moda internazionale. "The White Renaissance" era il tema della serata, che ha avuto anche un DJ d'eccezione, Boy George.


Barcellona ci attende quest'anno per FICPI (Fédération Internationale des Conseils en Propriété Intellectuelle), nella prima settimana di novembre. Un congresso lungo e intenso che tuttavia ogni volta coglie l'occasione di scoprire o riscoprire i siti monumentali o le peculiarità di una città. A Barcellona non è stato difficile riempire una lunga settimana di eventi sociali e per gli accompagnatori, ma siamo particolarmente orgogliosi di poter offrire una visita eccezionale della Sagrada Familia, l'immenso, incompiuto capolavoro di Gaudì. Ci accompagnerà infatti - a porte chiuse - lo scultore Etsuro Sotoo che dal 1978 sta lavorando al completamento della Basilica. Il Palau de la Musica Catalana, costruito al culmine dell'onda modernista di Barcellona , ci accoglierà con la sua opulenta bellezza per una serata all'insegna delle sardanas le tradizionali musche catalane eseguite su strumenti d'epoca. Non mancherà un omaggio al calcio, con una visita al Camp Neu per conoscere la storia e i segreti del mitico Barça nè un doveroso assaggio dello spumante spagnolo ormai ben rinomato, nelle cantine di San Sadurnì durante una escursione generale di fine congresso.


A Firenze invece dal 17 al 19 dicembre saremo impegnati nella International Electric Vehicle Conference , che dibatterà un tema attualissimo, quale quello dei veicoli elettrici per la mobilità urbana e non solo. Workshops, test drive, esibizioni dimostrative accompagneranno le sessioni congressuali. Coinvolte le maggiori case automobilistiche mondiali McLaren, Porsche, Tesla, e molte altre che saranno presenti con i loro veicoli elettrici e ibridi. E' un evento fortemente voluto dal Comune di Firenze che da anni sta lavorando su questi temi, approdato in città grazie al Convention Bureau e al prof. Giuseppe Tomasso Chief of the Industrial Automation Lab University of Cassino.


In luglio saremo presenti a Parigi per l'International Congress of Applied Psychology per presentare il 14º Congresso Europeo di Psicologia che organizzeremo a Milano nel 2015: previsti circa 3000 partecipanti, che dibatteranno l'argomento di come la psicologia aiuti a comprendere prevenire e risolvere i problemi umani: particolare enfasi verrà posta sulla psicologia del cibo e della nutrizione, in relazione con il tema generale di EXPO 2015 "Nutrire il Pianeta, Energia per la vita" (feeding the planet, energy for life)


Interamente rinnovata la governance del Firenze Convention Bureau, presidente Giacomo Billi. Maria Cristina Dalla Villa è nel Consiglio Direttivo "sono molto felice di tornare in questo direttivo, a quasi vent'anni dalla Istituzione del CB di cui sono stata fondatrice; metto la mia esperienza a disposizione di una attività strategica per la promozione del congressuale."







foto enic

Novembre 2018
Confronti...
Nell'ultima settimana di agosto, si sono tenuti a Firenze due congressi scientifici, in Fortezza e al Palazzo dei Congressi, per un totale di 3500 partecipanti... (Leggi tutto)

Torna su