NEWSLETTER N. 24
NEWSLETTER ARCHIVE


Firenze, Aprile 2016


Orgoglio: è la prima parola che ci viene in mente guardando questa foto dello shooting della nostra Nazionale di calcio alla Galleria dell'Accademia. Sì, orgoglio.
Di essere fiorentini. Di avere qui, a Firenze, la statua più bella del mondo. Della nostra nazionale di calcio, dello stilista che l'ha vestita, Ermanno Scervino. Orgogliosi anche di noi... il 21 marzo, a Firenze.


Sempre all'insegna del calcio e per di più nella stessa giornata, abbiamo curato l'inaugurazione del Fashion Foodballer, primo ristorante a tema calcistico aperto in Italia e primo di una lunga serie in tutta Europa. In Piazza Strozzi a Firenze, invasa da centinaia di persone, tra cui ovviamente spiccavano i proprietari: l'allenatore Spalletti, i giocatori Gilardino e Dainelli e gli imprenditori Manuele Venturucci ed Emanuele Principe Mignardi.
Un grande ambiente, modernissimo, con tante sale "animate" dalla tecnologia, centinaia di fotografie, e la Champions esposta in una teca. Presente mezza Serie A e giornalisti da tutta Italia... Insomma: il Gotha del calcio italiano.




Sempre nel calcio, ancora per beneficenza, dal 20 al 22 maggio si ripete quest'anno il Torneo Galli dedicato alla memoria di Niccolò che perse la vita in un incidente stradale nel 2001.
Il padre Giovanni, portiere della Fiorentina, del Milan e della Nazionale, assieme alla moglie Anna, dedicano ogni anno questo evento alla memoria del figlio raccogliendo fondi per cause benefiche.




Ancora una volta poi supportiamo il Claudio Merlo Camp che da 10 anni a Fiumalbo, straordinario paese medioevale al confine della Toscana, in un ambiente verde veramente incontaminato riunisce giovani e giovanissimi per una scuola calcio che ha visto passare ormai oltre 1500 ragazzi da tutta Italia, dal 24 giugno al 2 luglio.




E siamo molto fieri della nostra squadra di basket che ha già vinto il campionato salendo in C GOLD e "rischia" di fare il doppio salto di categoria fino alla B, lo sapremo tra pochi giorni. Puntare su questi ragazzi è stata una scommessa, il basket a Firenze non ha mai avuto molto seguito: adesso siamo fieri che la squadra abbia preso il nostro nome e che si batta per la promozione.




Sport, ginnastica: Intanto ha preso il via e si è concluso alla fine di marzo il Roadshow lungo l'Italia della Casa Editrice d'Anna dedicato a "Il benessere dello studente: l'educazione fisica e sportiva per vivere meglio". Centinaia di insegnanti di educazione fisica hanno preso parte alle presentazioni che si sono svolte in molte città italiane.



Il Bisonte: se c'è un luogo, un negozio, una lavorazione tipica di Firenze, questo è il Bisonte, storico negozio nel cuore di Firenze e altrettanto storica produzione di borse, valige, pelletteria, uguale a nessun altra. In gennaio ci hanno affidato il loro meeting a Palazzo Corsini a Firenze.




A Zurigo per il meeting FICPI EXCO, la vera scoperta per molti dei partecipanti è stata Zurich West un intero quartiere industriale totalmente riqualificato. Dove un tempo si costruivano navi e si assemblavano motori oggi si assiste a una vita urbana piena di iniziative: gallerie d'arte, ristoranti, locali, negozi.
Impressionante la Torre Freitag costruita con soli container, ma anche l'Università delle Arti e l'ex viadotto ferroviario sede di attrazioni di ogni genere. Dal 10 al 14 aprile, gli intensi lavori congressuali si sono svolti al Marriott, con escursione a Schaffausen a fine lavori.




E infine, ultimo ma non di minore importanza, un annuncio: dal 12 al 14 maggio alla Fortezza da Basso di Firenze organizziamo PELLEPIÙ prima fiera italiana dedicata alla filiera della pelletteria di lusso: espongono concerie, produttori di macchinari, laboratori del prodotto finito. La pelletteria è un settore trainante della economia italiana e da tempo si progettava di organizzare una fiera interamente dedicata a questo settore. Dalla nascita della materia prima, agli accessori, fino alla creazione del prodotto finale.
Oltre alla esposizione sono previsti convegni tecnici e workshop, dedicati in particolare alla formazione: le scuole di pelletteria sono indispensabili per formare i nuovi artigiani, che sono davvero il vanto della nostra Regione e che con le loro abili mani producono capolavori che viaggiano in tutto il mondo.